venerdì 27 febbraio 2015

Occhi di strige



quando elemosino
un soffio di calore
tu sibili come tramontana
e quando ne elemosino 
più di ogni altro
non te ne accorgi

e dire che è facile
leggere sul mio viso
o nelle mie parole
il bagliore di luce che manca
per te che ancora sostieni
di possedere occhi di strige

ma tu non comprendi
mai hai compreso
 i tuoi occhi non vedono
mai hanno veduto
e sottaci proprio quando
più dovresti parlare










Nessun commento:

Posta un commento