giovedì 7 luglio 2016

Al figlio



Al miglior amico si può dispiacere, a una madre si può recare dolore, ma non dispiacerle



Se pensi d’esser solo
quando ti trovi fra la gente
e una solitudine ti opprime

se pensi d'esser solo 
quando chiudi gli occhi 
e un buio ti opprime

quando il tuo cammino erra 
per strade conosciute
e un vuoto ti opprime

quando un progetto 
a lungo creduto si frantuma
e una disperazione ti opprime

quando tutto intorno a te 
s’agita e ravviva il mondo
e una speranza ti opprime

non sarai mai solo 
se riuscirai a pensare
come figlio alla madre

Se pensi d’esser solo
quando sai d’aver donato tanto 
per il poco ricevuto
e una tristezza ti opprime

quando senti d’aver perduto 
la più grande certezza
e un dubbio ti opprime

quando senti che l'amore
 ti ha tradito
e un dolore ti opprime

quando senti la gioia
 d’altri sulla tua pelle
e un sentimento ti opprime

quando senti le lacrime 
d’altri essere le tue
e un’angoscia ti opprime

quando senti tutti i sorrisi della terra 
in uno solo
e una felicità ti opprime

quando senti della vita il significato 
che giustifica ogni respiro
e una verità ti opprime

allora sentirai 
tutta l’emozione 
di tua madre per il figlio


Nessun commento:

Posta un commento