lunedì 22 dicembre 2014

Una notte che non dorme



questa notte
una notte che non dorme
solo due occhi stanchi
reclinati nella veglia

sotto le stelle la luna
ancora due passi
poi scomparirà
in velo di ferrigno vapore

umide foglie ascoltano l’aria
tagliata da lame di vento
sbuffano stracci senza vita
scuri frammenti di ore passate

solo una macchia nel cielo
è il vecchio gabbiano
ad ali spiegate

ancora dibatte e ascolta
il sommesso mormorio
fra terra e mare

volano i suoi pensieri
e lontano si perdono
i grandi segreti

e sempre torna
nel cammino della mente
mistero irrisolto dell’amore

anime diverse
prigioniere di un corpo
questa notte
una notte che non dorme



Nessun commento:

Posta un commento