lunedì 22 dicembre 2014

Il silenzio



Guardo attraverso la finestra
Infinite geometrie di case
Sotto un cielo grigio e cupo
Una plumbea volta gassosa 
Che avvelena tutto e tutti
Dove un silenzio silenzia
Ovunque sussurri o parli 
La mia e la tua voce
E tace una solitudine
Quando velata Melancolia
Appanna i fragili vetri
E subito scende la sera


Nessun commento:

Posta un commento